07
Mag

Vento in poppa! Arriva Slow Fish!

Previsioni dei venti e dei mari: sul ponente ligure da giovedì 9 a domenica 12 maggio previsti grande sovraffollamento al Porto Antico e odori di cucina buona, pulita e giusta! Arriva infatti Slow Fish, l’evento internazionale dedicato al mare e alla piccola pesca organizzato ogni due anni da Slow Food a Genova.

Pescatori, studiosi, cuochi e gastronomi provenienti da ogni parte del mondo s’incontrano per quattro giorni nel capoluogo della Liguria, a ridosso di uno dei porti più belli del mondo!

La Campania, con le sue coste, il culto del mare e della piccola pesca, non può certo sfigurare e così a Genova sarà possibile incontrare i migliori narratori e i più grandi cuochi della tradizione gastronomica campana.

La partecipazione della Regione Campania a Slow Fish avviene per la prima volta in uno spazio di oltre 100 metri quadri con il racconto delle Aree Marine Protette, l’esposizione e la vendita dei Presìdi Slow Food, l’aula didattica e la cucina, il tutto realizzato grazie ai fondi comunitari destinati alla promozione della Pesca con il Feamp 2014-2020. Al centro del discorso saranno ovviamente le coste della Dieta Mediterranea, il lavoro dei pescatori e la grande cucina del mare.

Tra i protagonisti “istituzionali”: Antonino Miccio, Direttore dell’Area Marina Protetta Punta Campanella, Simone Bava (Area Marina Protetta Bergeggi), Giorgio Fanciulli (Area Marina Protetta Portofino), Francesco Pascale (Assessore all’Ambiente Castelvolturno), Giovanni Fulvio Russo (Professore di Ecologia Università di Napoli “Parthenope”).

Ma sappiamo già che la vostra curiosità sarà soddisfatta solo assaggiando. Ecco perché la squadra campana a Slow Fish è capitanata dai pescatori di Pisciotta con le loro alici di menaica sotto sale e dall’Associazione “Amici delle Alici” che spillerà per noi il terzigno (piccola botte in legno dove matura la colatura tradizionale).

A lasciarsi suggerire le ricette dai racconti del mare saranno invece Giuliano Donatantonio (Pineta 1903, Maiori) insieme a Salvatore Donatantonio e al Maestro Pasticciere Raffaele Grosso che proporranno tra l’altro pizza con impasto al grano risciola, ripiena di erbe del campo e baccalà, Pastierita (dedicata alla fondatrice di Slow Food Campania, Rita Abagnale) con frolla al fior di sale e Spaghetti alla colatura tradizionale di alici di Cetara; Gena Iodice (La Marchesella, Giugliano in Campania) che porterà a Genova lo Spaghetto con alici e mele annurche, la Zuppetta di cicerchie e cozze e la Vellutata di piselli con stracciata di bufala e alici; Consiglia Caliendo con Luigi Russo (La Lanterna, Somma Vesuviana) che proporranno il Ventricello di stoccafisso e Maurizio De Riggi (Markus, San Paolo Belsito) con le Chips di alici e “Fave e pancetta”. Le “creazioni di pane” saranno di Giovanni Civitillo (Millennium, Cusano Mutri).

Al mattino spazio alla “colazione del pescatore”, attività di educazione per le famiglie a cura del progetto Slow Food Educa di Slow Food Campania e alla partnership con il Vesuvio Jam Fest con la musica di Francesco Urbani e le incursioni grafiche di Chiara Del Gaudio.

L’intero spazio di Regione Campania e Slow Food Campania a Slow Fish sarà plastic free per testimoniare, sin dall’allestimento, la sostenibilità professata nei dialoghi e nelle azioni.

Lascia un commento